+39 02 267 111


intestazione logo bottonificio

Il bottonificio con un ampio catalogo di automatici, bottoni a pressione e minuterie metalliche, non solo per la moda

chiedi info bottonificio
Senza impegno

La diffusione dei bottoni automatici a pressione ed il ruolo del bottonificio nello sviluppo delle minuterie

Il bottone od allacciatura a pressione è divenuto un importante accessorio per il campo della moda ed è ormai diffuso a livello internazionale, addirittura in misura maggiore rispetto ad altri prodotti da bottonificio, quali gli occhielli per tende in ottone o in allulminio, ma anche per l'abbigliamento, le produzioni di rivetti jeans e quelle di ganci da pantaloni in ottone.

Seppur inventato nel 1885 da un tedesco o da un suo concorrente danese, il 1903 fu l’anno in cui avvenne una svolta importante per il futuro del bottone a pressione. Fu in quell’anno infatti, che un produttore di ottone tedesco – non ancora un bottonificio – creò lo standard per la produzione dei bottoni a pressione da cucire cosiddetti “alfa”, o “con molla a S”.

Diffusione dei bottoni a pressione

Da quel momento, gli automatici si sono diffusi dappertutto.

Questo importante accessorio viene usato per la confezione di giubbotti, pantaloni e molti altri articoli di vestiario sportivo, anche in abbinamento ad occhielli metallici, rivetti, bottoni jeans personalizzati e altri articoli da bottonificio. Chi di noi non possiede almeno un capo realizzato con questo tipo di minuterie?

La diffusione dei bottoni a pressione automatici

Il settore moda non è l’unico ambito di utilizzo dei bottoni a pressione: i bottonifici ne smerciano quantitativi importanti presso il settore della cartotecnica, che li impiega abitualmente per i propri prodotti, oltre beninteso agli occhielli metallici ed ai rivetti non autoforanti.

Un bottonificio di alto livello non può prescindere dalla produzione di questo tipo di bottone, che si sta diffondendo sempre più.

Tecnologia dei bottonifici per i bottoni a pressione

I bottoni automatici a pressione in metallo, da un’apparenza forse banale, nascondono al loro interno un’interessante tecnologia - gelosamente custodita dai bottonifici - e devono essere realizzati seguendo determinati standard, così da essere in grado di assolvere alla loro principale funzione.

Infatti i bottoni a pressione si devono si devono chiudere facilmente, ma al contempo devono mantenere la chiusura senza correre il rischio di aprirsi accidentalmente.

L' automatico deve essere facile da chiudere, ma non altrettanto facile da aprire.

Gli automatici non sono tutti uguali: per questo la consulenza competente di un bottonificio è essenziale

Esistono differenti tipologie di questi bottoni. Tra esse il bottonificio annovera il modello Alfa, che è dotato di una molla a “esse”, il modello Kappa, che presenta una molla circolare, e il modello Mu, caratterizzato da una molla a spicchi, oltre che da controparti a graffe.

Tale è la terminologia italiana con i quali sono denominati – dai bottonifici e dai loro clienti – i bottoni automatici a pressione rapidi o ad incastro.

Ciascuna di queste tipologie di bottoni a pressione si presta a differenti condizioni e modalità di impiego. Un bottonificio con competenza sa consigliare adeguatamente il proprio cliente, per permettergli di eseguire la scelta più opportuna.

Destinazioni d'uso per i bottoni a pressione

I pressione impiegati per i più disparati settori dell’abbigliamento e rappresentano una buona fetta del mercato di un bottonificio. Li troviamo sulle giacche a vento, piumini, sulle giacche da caccia, sui capi militari, sugli abiti da lavoro, sulle tute da motociclismo, solo per citare alcuni degli impieghi possibili.

Gli automatici si applicano anche sui capi in pelle, oltre che sulla maglieria.

La consulenza per i giusti bottoni a pressione automatici

Come abbiamo visto, gli ambiti di applicazione dei nostri elementi a scatto sono davvero i più disparati e un bottonificio deve conoscerli alla perfezione.

Il motivo è che si deve impiegare un determinato e specifico tipo di pressione per l’applicazione su una tuta da motociclista, rispetto al modello adatto per la maglieria.

Esigenze diverse soddisfatte dal bottonificio per i diversi ambiti d'impiego dei bottoni a pressione

Si tratta di ambiti di utilizzo molto diversi, che il bottonificio deve conoscere alla perfezione. Infatti, un pressione prodotto per essere applicato su una tuta da lavoro, oltre a seguire alcuni determinati canoni estetici, dovrà soprattutto garantire il corretto grado di sicurezza in termini di tenuta.

Un bottonificio dovrà tener presente tutto ciò e, allo stesso tempo, padroneggiare completamente tutta la tecnologia necessaria alla produzione di minuterie metalliche di precisione – nelle quali includiamo anche i ganci elegant, gli accessori e i rivetti per pantaloni denim, gli occhielli – della massima qualità e funzionalità possibile.