+39 02 267 111


intestazione logo bottonificio

L'ampia scelta del campionario di bottoni a pressione e altre minuterie metalliche proposto dal bottonificio Lozio®, Milano

chiedi info bottonificio
Senza impegno

Bottoni a pressione e bottoni jeans

Bottonificio Lozio ®: Bottoni automatici a pressione, rivetti e bottoni jeans - la praticità che diventa moda

Parlando di minuterie metalliche nel campo della produzione dei bottonifici, non si può fare a meno di pensare a tutti quei congegni o dispositivi ad incastro da rivettare, ma anche da cucire, utili ad allacciare a scatto due lembi di un indumento o capo di vestiario, che partendo da necessità di mero impiego pratico si sono insinuate con discrezione, ma con determinazione, nel sistema moda e nelle collezioni dei grandi stilisti di tutto il mondo. Il nostro bottonificio di Milano dispone di una vasta gamma di minuterie che include, oltre, beninteso, i bottoni a pressione, occhielli metallici del bottonificio Lozio e gancio pantalone elegant.

Bottoni a pressione - bottonificio


Naturalmente il campionario del nostro bottonificio non si limita alle minuterie metalliche generiche; si tratta invece di tutto quel mondo articolato, complesso, affascinante ed estremamente "up to date" della minuteria metallica applicata con la tecnica della rivettatura su capi sportivi od eleganti, i cui elementi principe sono costituiti dai bottoni a pressione in metallo, i cosiddetti bottoni snap, bottoni rapidi o bottoni a scatto, ma anche poussoir, sia personalizzati, che neutri.

Bottoni a pressione del bottonificio Lozio, Milano

Certamente il settore del bottonificio fu lungimirante, in quanto una forma pioneristica dei bottoni a pressione era già in voga nella seconda metà dell’800 e, secondo una leggenda destinata a rimanere tale, pare che tutte le camicie dei famosi “mille” di Garibaldi fossero state confezionate con questo tipo di bottone a clip metallico, avvalendosi di ciò che allora poteva essere considerato un bottonificio, su richiesta dello stesso Garibaldi.

Bottoni a pressione rivestiti del bottonificio


Sicuramente si trattava di un periodo storico in cui la praticità di manutenzione dell'abbigliamento era fondamentale e quindi parecchi bottonifici cominciarono ad inserire nei propri settori di produzione anche minuterie metalliche; così che queste, a metà dell'800, entrarono di prepotenza nel mondo dell'abbigliamento in genere, ma soprattutto dell'abbigliamento militare.

La data ufficiale in cui però il bottone a pressione in metallo fa la sua comparsa nella storia della moda, come nell'industria del bottonificio, risale al 1885 quando, con un ulteriore sviluppo delle minuterie metalliche per abbigliamento, brevettata dall' inventore tedesco Heribert Bauer, questa novità a clip fece capolino tra gli abiti civili ed era caratterizzato dalla completa assenza di asole. Alcuni, però, attribuiscono l'invenzione di questo rivoluzionario tipo di accessorio metallico - gli automatici da cucire - al danese Bertel Sanders più o meno nello stesso periodo.

Bottoni a pressione e la loro storia

Caratteristiche dei bottoni a pressione

I bottoni a pressione rapidi o snap fanno parte del comparto minuterie metalliche tranciate da bottonificio (come anche il gancio per calzoni e gli occhielli metallici), sono realizzati generalmente in ottone, in ferro od in acciaio inox. Essi vengono considerati gli accessori metallici della praticità per eccellenza, ma possono essere anche eleganti e sicuramente presentano uno stile che negli ultimi decenni è stato molto ben interpretato dal mondo dei bottonifici, come dai grandi stilisti, che hanno così permesso alle minuterie tranciate, ed in particolare ai pressione, di entrare a far parte dell'esclusivo mondo della moda design, dando sviluppo a questo segmento di produzione.


Formati da quattro parti, i bottoni a pressione si dividono in tre tipologie ben definite: la categoria Alfa (con molla ad “esse”), la categoria Kappa (con molla circolare) e la categoria Mu (con anello a graffe), sigle con cui vengono identificati in particolare nel mondo del bottonificio italiano.


Le quattro parti che compongono i bottoni a pressione in metallo, ma anche in plastica, sono nell'ordine: testa/femmina, maschio/contromaschio e corrispondono a due componenti per ciascuno dei due lembi di stoffa da unire (analogamente a quanto accade per il gancio elegant da calzoni).

I pressione vengono applicati ai capi con la tecnica della rivettatura, procedimento per mezzo del quale ogni coppia di elementi viene saldamente unita alla stoffa tramite un'operazione di pressatura che, deformando il metallo di uno dei due elementi nell’altro, costringe la stoffa tra le due parti.

Sulla pagina dedicata alle macchine per rivettare bottoni ed occhiellatrici manuali a leva di questo sito il bottonificio vi propone un video illustrativo, cosiddetto tutorial.

Tipologie di bottoni a pressione

Addentrandoci ulteriormente nel linguaggio del mondo del bottonificio chiariamo ancora che la categoria Alfa è adatta per pressoché qualsiasi utilizzo, incluso il cuoio, soprattutto se morbido, mentre i Kappa presentano una resistenza di abbottonatura superiore e sono quindi idonei per giacche da caccia e capi similari, molto utilizzati anche per capi militari, da lavoro e da motociclismo. Così come concepite e prodotte dal bottonificio, queste due prime categorie presentano rivettatura con olgo ad anello, mentre il pressione Mu si connota per la rivettatura cosiddetta “a graffe”. Tutti i fermagli e le chiusure a clip possono essere verniciati o colorati, ma anche personalizzati.

Bottoni jeans al posto di quelli a pressione

I bottoni o fermagli a pressione Kappa – caratterizzati dalla tipica molla circolare – presentano la maggiore resistenza di abbottonatura e con una tenuta più forte sono quindi perfetti per l’applicazione su capi particolarmente resistenti, realizzati con i tessuti spessi per l’abbigliamento da lavoro, o con la pelle, laddove l'utilizzo delle minuterie da bottonificio assume non solo un ruolo estetico, ma anche di sicurezza.

I bottoni a pressione Mu, invece, presentano una struttura che combina la resistenza con l'alta affidabilità nei casi in cui sia necessaria una forza leggera o media di allacciatura e sono più adatti per il tessuto elasticizzato, come per la maglieria. Le minuterie da bottonificio applicate alla maglieria, infatti, debbono possedere caratteristiche tecnologiche avanzate e particolari, per consentire al capo di non venir danneggiato dal procedimento di rivettatura, con il quale esse vengono applicate al capo.

Familiarità dei bottoni automatici

Il suono caratteristico del bottone a pressione in plastica, come di quello in metallo è “clic”; sulla base di questo suono sono state concepite e progettate per conto dei bottonifici numerosissime campagne di immagine e di pubblicità, con il bottone a clip o fermaglio a pressione come protagonista, che enfatizzano la sua praticità e le ampie applicazioni. I pressione proposti dal bottonificio Lozio hanno, infatti, la caratteristica di essere particolarmente versatili in quanto, tra le minuterie, sono quelli che vengono prodotti con i materiali e le finiture più disparati per colore e pregio.

La gamma del bottonificio per i bottoni a pressione

Il catalogo del bottonificio Lozio per i bottoni automatici a pressione in metallo non contempla solo un’infinita gamma di modelli di pressione e analoghe minuterie per il sistema moda, di varie grandezze e caratteristiche; esso comprende anche articoli per la cartotecnica, settore che utilizza i pressione, questi particolari accessori metallici con successo da molti anni (unitamente agli occhielli metallici): sicuramente è capitato a tutti di vedere o acquistare cartelline e raccoglitori per ufficio tenute insieme e chiuse dal ben noto fermaglio a pressione.

Il bottonificio Lozio produce e commercializza inoltre – a partire da Milano – tutte le macchine rivettatrici manuali, semiautomatiche ed automatiche idonee per l’applicazione dei pressione e di molte altre tipologie di minuterie, quali occhielli e gancio per calzoni.

Rivetti jeans nel contesto dei bottoni a pressione

Bottoni jeans e rivetti del nostro bottonificio di Milano

Come sarebbe il mondo senza i pantaloni jeans? Nessuno ormai è più in grado in immaginarlo. Questa tipologia di pantalone costituisce sicuramente una delle rivoluzioni dell'abbigliamento più importanti di tutta la storia della moda - in tutto il mondo - come anche della storia della moderna sociologia; tant’è che proprio tale tipologia di pantalone ha cambiato l'approccio alla produzione di ogni bottonificio. Inoltre le mille interpretazioni che l'alta moda - assecondata e sostenuta dall'industria del bottonificio - ha proposto al mercato e continua a proporre, hanno reso i rivetti e bottoni jeans i protagonisti indiscussi di questo indumento sempre "cult", perché è proprio su queste piccole minuterie che ogni stilista pone il suo sigillo, la sua impronta il suo simbolo di distinzione. Il nostro bottonificio di Milano interpreta perfettamente questa esigenza, fra l’altro con accurata consulenza.

L'attenzione che il marchio sia visibile sia sul rivetto, che sul bottone jeans – di rinforzo agli angoli delle tasche – è anche generalmente un buon metodo per assicurarsi che un pantalone originale venga riconosciuto e quindi sia il bottone jeans, che il rivetto hanno acquisito sempre maggiore importanza nell'ambito della vita di un bottonificio, come pure nell’ambito delle attività e sistematiche di prevenzione e controllo contro la contraffazione dei marchi originali. Per analoghe finalità vengono oggi impiegati, per i pantaloni classici, anche i ganci da calzoni, e più in generale nel mondo dell' abbigliamento, ma con minore frequenza, gli occhielli, anche queste ultime due tipologie facenti parte delle minuterie da bottonificio.

I collezionisti di bottoni e rivetti jeans per denim – e delle altre minuterie che ad essi si accompagnano, come ad esempio i pressione – sono sparsi in tutto il mondo e sono veri e propri "bottoni e rivetti jeans-maniaci”, che perlustrano con interesse fermo e determinato ogni bottega, ogni mercatino, ogni bottonificio, per arricchire la propria collezione. Il bottone per jeanseria è peraltro comunemente conosciuto anche con il nome di "chiodo", o “tack”, è costituito da due parti (testa e chiodo), oltre naturalmente l’asola in tessuto.

Bottoni jeans a complemento di quelli a pressione

I materiali più comuni utilizzati per la fabbricazione di bottoni jeans da parte dei bottonifici sono: ottone, rame, acciaio inossidabile o zama. L'anima interna è a volte prodotta in resina sintetica, o plastica.

Le misure standard proposte dal nostro bottonificio per questa tipologia di articolo sono: diametro 17 millimetri per il bottone principale, da applicare in vita, e diametro 14 millimetri per quello da bottoniera o patta. Ma ormai il mondo degli accessori metallici da bottonificio è costretto a seguire le bizzarrie della moda ed anche i bottoni jeans si sono evoluti nelle loro dimensioni; il nostro bottonificio di Milano è quindi in grado di proporre e produrre per questo tipo di bottone anche i diametri da 18, 20, 24, 28 millimetri, ecc., analogamente a quanto già avveniva per i pressione.

Non meno importanti – in questo segmento delle minuterie – sono i rivetti jeans, che nel mondo del bottonificio conservano un posto d’onore. Originariamente indispensabili come rinforzo per le cuciture sugli angoli delle tasche di questo particolare pantalone, i rivetti costituiscono oggi il tipico dettaglio che trasforma un capo d’abbigliamento in un capo moda. A prescindere dagli addetti al settore del bottonificio, chi considera ed esamina i rivetti da denim ancora prima del pantalone di per sé, nel suo complesso, è sicuramente un professionista della moda.

L'invenzione dei rivetti jeans è dovuta al primo fabbricante della ben nota tipologia di pantaloni : Levi-Strauss, fondatore dell’omonima azienda, e risale al 1873. Ancora oggi un particolare tipo di rivetto per pantaloni denim viene comunemente denominato “rivetto tipo levi's”. Le altre due tipologie correnti di rivetti jeans sono i “rivetti tipo Lee” ed i “rivetti tipo Wrangler”.

Anche queste tipologie di articolo presentano molteplici possibilità di essere contraddistinte da loghi aziendali o decorazioni e il bottonificio Lozio è attrezzato per offrirne infinite varianti di finitura: nickel-free, oro, bronzo ecc.. oltre che per aspetto: opaco, lucido, anticato, ecc.. come qualsiasi altro accessorio a disposizione nel nostro catalogo.

Naturalmente il modo migliore per connotare e rendere unici gli accessori e i rivetti jeans è certo quello di identificarli con la propria sigla, il proprio marchio o simbolo.

Il nostro bottonificio è in grado di soddisfare ogni esigenza di personalizzazione: accessorio e rivetto jeans possono essere firmati e caratterizzati sia in inciso, che a rilievo, oltre che naturalmente con la tecnica laser.

Il bottonificio Lozio si distingue per una produzione di bottoni di alta qualità, di rivetti jeans e, a partire da Milano, serve i migliori marchi internazionali di pantaloni e di moda denim nel mondo.

Con la nostra esperienza ti consigliamo e suggeriamo le migliori soluzioni e applicazioni.